La nostra Famiglia



Nell'ultimo lembo di terra situato ad est della DOC Soave sorgono i vigneti dell'Azienda Agricola Franchetto. A Terrossa, dove la famiglia risiede da oltre un secolo, si respira ancora una cultura contadina antica, legata ad una tradizione di confine tra le provincie di Verona e Vicenza.


Un' agricoltura legata molto all' influsso montanaro dei Lessini che in queste terre argillose fondano le loro prime pendici. La pastorizia è agli albori della storia aziendale che si trasforma ben presto grazie alla grande passione dello zio Toni. Egli, cultore della vite, pianta un vero e proprio laboratorio vivaistico dove sperimenta le varie tipologie di barbatelle conosciute in quei tempi, le antiche dall'Oro, Uliega, Delizia e molte altre. Poi dall' uva da tavola si passa all' uva da vino. Dal 1936, con la nascita di Sante Franchetto l' azienda passa definitivamente alla viticoltura. Fino al 1982 rimane azienda produttrice d' uva. Successivamente inizia l' avventura della vinificazione che completa il percorso iniziato dallo zio Toni. Oggi Antonio Franchetto continua la lunga storia maturata da quell' idea rimanendo legato ai vitigni storici e tipici di queste terre: la Garganega e la Durella.

×

Il Territorio

soave durello vino verona


I nostri vigneti sono dislocati in due aree diverse della provincia di Verona, particolarmente vocate alla coltivazione della vite. Avendo un forte legame con la tradizione e con il territorio, da sempre coltiviamo i vitigni autoctoni Garganega e Durella che su questi suoli esaltano al massimo le loro potenzialità.


Terrossa

Non è a caso che il paese in cui viviamo si chiami Terrossa. Già in epoca romana, infatti, prendeva nome "terra rubea". Non è solo il colore del terreno a caratterizzare questi luoghi, ma soprattutto la ricchezza del suolo proveniente dal terriccio che rotola giù dalle colonne di roccia, ricchissimo di minerali e di detriti del sottobosco. Un concime prezioso, abbondante e continuamente rinnovato, che ha sempre offerto alle popolazioni abbondanza di messi e uve pregiate. La nostra Garganega, con età media 50-60 anni, cresce su una piccola collina che qui a Terrossa chiamiamo "Capelina" per via della chiesetta votiva che si trova sulla sommità. I vigneti, a circa 250 metri s.l.m., si trovano su un pendio molto accentuato; ciò contribuisce in maniera decisiva al veloce deflusso delle acque con conseguente impedimento al ristagno e l'eccessiva irrigazione. La natura del terreno è molto diversificata, presenta infatti una tessitura argillosa ricca di minerali mista a rocce basaltiche, dovute alla presenza di numerosi vulcani sottomarini 50-60 milioni di anni fa ancora percepibili nelle dolci colline coniche che impreziosiscono il panorama.


Vestenanova

Durello Vino suolo territorio

La nostra Durella si trova a Vestenanova, in alta Val d'Alpone. I vigneti sono situati a un'altezza che varia tra i 550 e i 600 m s.l.m.; qui ci si trova di fronte ad un tipico paesaggio montano ricco di pascoli e grandi prati verdi.
25 anni fa, quando Antonio e Mara decisero di piantare il primo vigneto si trovarono di fronte ad una vera e propria sfida: il terroir è infatti completamente diverso da quello a cui erano abituati. Dopo i primi anni di "ambientamento" i risultati iniziarono ad arrivare, tanto da far crescere la voglia di piantare nuovi vigneti in questo paesaggio straordinario. Oggi a Vestenanova abbiamo 5 ettari, fieri di questo territorio particolarmente vocato alla produzione di vini di alta qualità.



×

Sostenibilità




"Credo che avere la terra e non rovinarla sia la più bella forma d'arte che si possa desiderare"
Andy Wahrol



Da sempre coltiviamo con amore e rispetto l'ambiente che ci circonda, consapevoli del fatto che un ecosistema sano è la base per ottenere vini che sappiano trasmettere emozioni a chi li degusta. È per questo motivo abbiamo deciso di seguire una linea che ci permetta di ridurre al minimo l'impatto che ha il nostro lavoro sulla terra al fine di lasciare i nostri vigneti di famiglia in buona forma per noi e per le prossime generazioni di viticoltori.


Magis

ecologia Franchetto Vino soave Durello
Aderiamo, sin dalla sua nascita, al progetto nazionale Magis, il quale si pone come obiettivo la riduzione dei trattamenti nei vigneti al fine di ottenere una nuova generazione di vini senza residui nocivi per la salute. Seguendo questa tecnica limitiamo l'entrata nei vigneti di mezzi agricoli diminuendo di conseguenza anche l'emissione di CO2 nell'atmosfera. Grazie a queste piccole attenzioni ci troviamo a lavorare in un ambiente pulito e riusciamo ad offrire al cliente finale -e a noi stessi- un vino sano e genuino. Magis è una parola latina che significa "di più" cioè "sempre meglio", è agricoltura di precisione, che vuol dire fare solo quello che serve, solo dove e quando serve, registrando e controllando tutto fino alla certificazione in etichetta.
Per saperne di più, clicca su Magis



Fotovoltaico

ecologia Franchetto Vino soave Durello

Siamo inoltre autosufficienti dal punto di vista energetico, grazie ad un impianto fotovoltaico che copre tutto il fabbisogno di energia dell'azienda. I pannelli fotovoltaici, posizionati sul tetto della cantina, producono 45.000 kWh all'anno e, oltre a rappresentare un importante risparmio economico per l'azienda, contribuiscono alla tutela dell'ambiente grazie al risparmio di combustibili fossili e alle emissioni di CO2 non scaricate in atmosfera.

ecologia Franchetto Vino soave Durello
×






Questo vino è il tributo alla mia terra.
Alla storia di uomini coraggiosi.
Un dono d'amore alla mia famiglia

Antonio Franchetto